Griffner: costruita sul legno

La Griffnerhaus realizza case prefabbricate su misura utilizzando un materiale sostenibile ed ecologico: il legno. Ogni casa è progettata, prodotta e montata in modo personalizzato secondo le esigenze del cliente e nel rispetto dei più elevati standard dell’edilizia ecologica.

 

E tutto avviene in Carinzia, utilizzando legname locale. Georg Niedersüß, proprietario e direttore, ci racconta perché la GRIFFNER Haus già molti anni fa si rese conto che l’edilizia ecologica avrebbe avuto quella grande rilevanza che oggi conosciamo. Inoltre ci spiega come la sostenibilità viene applicata in azienda, quali successi sono stati ottenuti e quale contributo la Carinzia come sede d’impresa fornisce a tutto questo. 

Signor Niedersüß, La ringrazio per averci invitato oggi a Griffen, a visitare una delle Sue case modello. Come ha scritto sul Suo sito web, sono le piccole cose della vita che influenzano le grandi decisioni. Da 70 anni questa filosofia garantisce l’eccellente lavoro artigianale della Griffnerhaus GmbH. Cosa ci racconta riguardo al titolare e direttore Georg Niedersüß?

Niedersüß: Rappresento la nona generazione della nostra conduzione familiare. La nostra famiglia gestisce imprese in Carinzia da oltre 300 anni. Io ho una cinquantina d’anni, sono felicemente sposato e ho tre figli adulti. Amo la natura e mi piace esplorarla a piedi o con gli sci… e mi piace trasformare i prodotti naturali.

Il nome GRIFFNER è sinonimo di edilizia residenziale in legno, individuale, naturale ed ecologica. Questo rende la Sua azienda speciale. Ma come ci si distingue dalla concorrenza nel mercato altamente competitivo dell’edilizia residenziale?

Niedersüß: Lavorando con buona, o meglio, ottima qualità. Nessuna delle case che costruiamo assomiglia ad un altra. In fondo realizziamo per i nostri clienti case modello che sono davvero calibrate sulle esigenze specifiche dei clienti. Ognuno ha esigenze particolari, e per questo ogni casa è un pezzo unico.

Lei dice un pezzo unico: questo significa che anche una casa prefabbricata può essere particolare e individuale?

Niedersüß: Secondo noi deve esserlo. Di fatto non esiste nemmeno un nostro catalogo case. Ci sono degli esempi, ma anche nei casi più rari, nessuno compra una casa così com’è. Il cliente quasi sempre dice: “Mi piace, ma la voglio più grande, oppure più piccola” e molti si rendono conto che anche le case configurate da noi vanno bene, ma combinate in modo diverso. 

Il paese di Griffen, in Carinzia, è inserito nel nome della Sua azienda. Qui a Griffen ci troviamo in posizione molto centrale nell’area economica carinziana. La sede di Griffen è garanzia di successo per la Griffnerhaus GmbH? 

Niedersüß: Sicuramente. Viviamo nella bella zona della Bassa Carinzia, c'è molto legname nelle vicinanze e ci sono boschi ovunque. Ci sono molti operai specializzati, validi e diligenti, che hanno una buona formazione nel settore della lavorazione del legno. In ogni caso, da noi esiste un sistema di formazione per le professioni della lavorazione del legno che funziona molto bene, e qui è ben radicata la cultura delle costruzioni in legno. Insomma, qui siamo molto soddisfatti. 

Attualmente non ci troviamo proprio in un momento facile. Esistono dati statistici sul mercato immobiliare in Austria? Al momento qual è la richiesta?

Niedersüß: La tendenza verso le case unifamiliari perdura, anche se il mercato non è più in crescita a causa dell'aumento dei prezzi dei terreni e della loro sempre più rara disponibilità. Ma tutti vorrebbero vivere in una casa propria. Non tutti, ma molti vorrebbero vivere tra le proprie quattro mura. Attualmente più della metà dei nostri clienti richiede il modello Classic, cioè con tetto a capanna. L’edilizia residenziale rimane molto conservatrice, molto classica. Gli stili non cambiano così rapidamente come in altri settori. Ma alla Griffnerhaus GmbH quasi il 90% delle case viene ancora realizzato "chiavi in mano".

Costruire case moderne e belle, con locali ampi ma rispettose del clima, oggi non è impossibile, anche se una volta era diverso. E a questo proposito, qual è la situazione per i materiali da costruzione? Da dove vengono? 

Niedersüß: La maggior parte dei materiali da costruzione proviene dalla Carinzia e dalla Stiria. A volte facciamo arrivare da altri Paesi dei prodotti speciali che non esistono da noi. Le nostre finestre provengono dalla Bassa Austria e dal Burgenland meridionale.  Almeno il 90% del materiale di cui abbiamo bisogno per costruire le nostre case proviene dall'Austria e talvolta dalla Germania. 

  • Georg Niedersüß

    "Nei paesi vicini, Italia, Slovenia e Germania, ci sono fabbricanti e fornitori di prodotti e servizi che potrebbero essere molto interessanti per noi. Siamo sempre interessati a fare qualcosa insieme."

I vostri fornitori di legname sono per lo più in Carinzia. Ne può citare qualcuno? 

Niedersüß: Certo: lavoriamo intensamente con il Gruppo Hasslacher, con Stingl, con Stora Enso e indirettamente anche con Offner, perché fornisce prelavorati ai nostri fornitori. Quindi sono coinvolti quasi tutti i grandi fornitori. 

In qualità di imprenditore carinziano, quali fattori di localizzazione trova particolarmente interessanti per le aziende che si trasferiscono in Carinzia? Quali informazioni sulle opportunità esistenti fornirebbe a queste aziende? 

Niedersüß: La Carinzia ha un ambiente naturale pulito e intatto. Questo è certo. È una regione bellissima, ci sono persone diligenti che vogliono e sanno lavorare sodo. In termini di traffico stradale non presenta problemi a confronto con gli agglomerati urbani di Vienna, Graz, Linz o Salisburgo, di cui si sente sempre parlare alla radio. Viviamo a Wolfsberg. Non ho mai dovuto fermarmi in coda in autostrada per arrivare qui alla GRIFFNER. Abbiamo un'infrastruttura funzionante, che ora con il tunnel della Koralm farà un altro grande passo avanti. Credo che questi siano i grandi vantaggi. Anche la rete internet a banda larga è disponibile. Credo che la Carinzia abbia molto da offrire e sia interessante anche per le aziende straniere. C'è una scuola internazionale, c'è un paesaggio meraviglioso, ci sono possibilità di integrare i partner, ad esempio nel "Carinthian International Club ". Credo che la Carinzia sia in grado di offrire molto più di quanto la maggior parte delle persone possa pensare. 

Lei ha parlato anche di lavoratori diligenti in Carinzia e qui siamo nel bel mezzo della regione Alpe-Adria. Avete anche dipendenti dalla vicina Slovenia? 

Niedersüß: Certamente! Si tratta di dipendenti che lavorano sodo e che non abitano lontano. Vengono da noi ogni giorno in auto. Per arrivare qui dal confine di Bleiburg ci vogliono 20 minuti. Siamo molto soddisfatti di questi lavoratori, che fra l’altro parlano bene il tedesco. 

Se un'azienda si trasferisse in Carinzia e passasse davanti alla Griffnerhaus GmbH, come potrebbe collaborare con la Sua azienda? E sarebbe una cosa auspicabile per voi? 

Niedersüß: In linea di principio, diamo il benvenuto a chiunque voglia collaborare con noi per risolvere problemi in modo creativo o voglia trovare nuovi approcci e nuove soluzioni. Questo può avvenire in qualsiasi modo. Possono essere proposte di tipo puramente tecnologico, di tecnologia dei materiali o per il personale. Siamo sempre aperti a questo.

Lei vede un potenziale particolare oppure opportunità di cooperazione nei Paesi vicini?

Niedersüß: Anche nei Paesi confinanti, ovvero Italia, Slovenia e Germania, ci sono produttori e fornitori di prodotti e servizi che potrebbero essere molto interessanti per noi. Siamo sempre interessati a fare qualcosa insieme.  

Signor Niedersüß, siamo alla fine della nostra intervista. La ringrazio per il tempo che mi ha dedicato e Le auguro il meglio per le vostre case. Speriamo che in Carinzia e nei nostri mercati di riferimento si continui a costruire in modo ecologico con il legname della Carinzia. 

  • Georg Niedersüß

    Cresciuto in una famiglia di imprenditori di successo da ben nove generazioni, il direttore e titolare della ditta Griffnerhaus realizza con passione prodotti naturali, ama esplorare la natura a piedi o con gli sci, ed è felicemente sposato e padre di tre figli adulti.